Top
Investimento iniziale, cosa vuol dire aprire un negozio in franchising - Franchising e Business per investire al meglio nella tua nuova attività
fade
5808
post-template-default,single,single-post,postid-5808,single-format-standard,theme-flow,eltd-core-1.2.1,woocommerce-no-js,flow-ver-1.6.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Investimento iniziale, cosa vuol dire aprire un negozio in franchising

salvadanaio

Investimento iniziale, cosa vuol dire aprire un negozio in franchising

Aprire un’attività in franchising, anche nel caso di franchising a costo zero, richiede sempre un investimento economico, seppur minimo. Ecco, perché è importante valutare accuratamente il franchisor.

L’investimento iniziale si compone di varie voci, quali:

  • Fee d’ingresso: è la tassa per l’entrata nella rete distributiva del franchising, che varia in base alla notorietà e della forza di vendita del marchio.
  • Royalties: è il pagamento mensile di una certa somma e serve a coprire tuti quei servizi di assistenza, supporto e affiancamento continui che il franchisor offre per tutta la durata del contratto.
  • Arredamento: l’arredamento solitamente è fornito dal franchisor, sono quindi preventivati nell’investimento iniziale.
  • Prima fornitura: i rifornimenti sono a carico dell’affiliato, tuttavia la casa madre offre spesso delle agevolazioni sui pagamenti, soprattutto per quanto riguarda la fornitura iniziale.
  • Contributo per la pubblicità: Molte reti franchising richiedono il versamento di contributi periodici per coprire servizi quali la pubblicità.
  • Campagne marketing.
  • Fidejussioni o garanzie per la merce: a volte la merce viene offerta a condizioni agevolate, come nel caso del conto vendita, per quale viene spesso richiesto una garanzia da versare anticipatamente.
  • Consulenze legali, burocratiche e commerciali: sono quelle spese dovute per la gestione legale e fiscale della proprio esercizio.
  • Affitto, utenze e altri costi per la gestione ordinaria del locale: queste voci sono sempre a carico dell’affiliato. Variano in base all’ampiezza dell’area scelta, alla localizzazione, allo stato della costruzione e al suo accatastamento nel registro degli immobili.
Matteo Bencini
Matteo Bencini

Ciao! Mi presento, mi chiamo Matteo Bencini e sono titolare della catena di negozi in franchising DIVINI SAPORI. Dal 2012 faccio franchising e da Gennaio 2019 ho deciso di iniziare a scrivere le mie esperienze ed aiutare le persone come te a scegliere il miglior Brand per la propria attività ed il proprio futuro. Ti aspetto sul forum per conoscerti... A presto!

Nessun Commento

Inserisci un Commento