Imparare dai grandi imprenditori, la storia di Giorgio Armani

Giorgio Armani

Se lo chiamano Re Giorgio ci sarà un perché

Nella sua vita ha sempre lavorato e oggi è il 3° uomo più ricco d’Italia (Forbes). Stiamo Parlando di Giorgio Armani, molto di più che un semplice stilista di moda. E forse gran parte del suo successo lo deve alle sue origini umili.

Nato a Piacenza e cresciuto a Piacenza, nel ’49 si trasferisce con la famiglia a Milano. Dopo il diploma s’iscrive alla facoltà di Medicina, ma dopo 3 anni interrompe gli studi per la chiamata dell’esercito. Alla fine del servizio di leva però, ha le idee confuse, si rende conto di non avere un mestiere. Da lì la decisione di presentarsi alla Rinascente, dove, grazie alla sue abilità da fotografo, trova lavoro come vetrinista e commesso. Inizia la gavetta…

Ma la prima svolta importante arriva con Nino Cerruti, che lo assume nel 1965, per ridisegnare la moda del marchio Hitman. Grazie al suo talento inizia a lavorare come freelance per altre aziende e a occuparsi anche di moda femminile, sfilando con il suo nome anche a Palazzo Pitti a Firenze.

Esattamente un anno dopo, nel 1966, incontra sulla sua strada Sergio Galeotti, con il quale, nel 1975, fonda la sua società, la Armani SpA. Galeotti credeva nelle sue capacità e ben presto divenne anche il compagno di vita, oltre che il suo manager. Come dichiarò in un’intervista rilasciata a Vanity Fair: “Tutto quello che ho fatto nel lavoro, l’ho fatto per Sergio”.

L’inizio della sua carriera da “solista”, come accade spesso, non fu indolore. Sono stati anni di grandi sacrifici e fatica, ma l’affermazione non tardò ad arrivare. Il 1979, infatti, è l’anno della grande svolta. Fu insignito a New York del Neiman Marcus Award e negli stessi giorni, Saks Fifth Avenue organizzò un truck show della sua collezione. Quella che doveva essere solo una piccola sfilata tra pochi clienti affezionati si trasformò invece in un evento, che si ripeté per più giorni.

Il segreto del suo impero: talento creativo, competenza imprenditoriale e un impegno totale.

Matteo Bencini

Matteo Bencini

http:////www.franchisingclub.it

Ciao! Mi presento, mi chiamo Matteo Bencini e sono titolare della catena di negozi in franchising DIVINI SAPORI. Dal 2012 faccio franchising e da Gennaio 2019 ho deciso di iniziare a scrivere le mie esperienze ed aiutare le persone come te a scegliere il miglior Brand per la propria attività ed il proprio futuro. Ti aspetto sul forum per conoscerti... A presto!

Articoli che Potrebbero Piacerti

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *