Franchising immobiliare, intervista a Bruno Vettore, uno dei massimi esperti

Bruno Vettore… chi lavora nel settore del franchising immobiliare avrà sicuramente sentito il suo nome. È il classico esempio di self-made man: capace, instancabile lavoratore, con la voglia di migliorarsi sempre. Partito dal basso è oggi uno dei manager più affermati del Real Estate.

Attualmente è CEO di BV Invest e si occupa principalmente di consulenza direzionale e formazione manageriale. L’abbiamo raggiunto per fare quattro chiacchiere sul franchising, che considera uno dei modelli di business di maggior successo. Secondo Vettore, infatti: «La possibilità per due imprese autonome ed indipendenti, il franchisor ed il franchisee, di interagire e di avere una relazione commerciale al fine di conseguire un obiettivo comune è semplicemente straordinaria. Se il sistema funziona può permettere al franchisor di sviluppare la propria rete in tempi rapidi e con investimenti relativi e può favorire il franchisee nell’affermarsi sul mercato locale fruendo del know-how, del brand e dei prodotti e/o sevizi già testati e attrattivi per i proprio target di riferimento.»

Perché tutto funzioni però è fondamentale scegliere il franchisor giusto, che nella sua offerta commerciale deve possedere requisiti di solidità e di trasparenza. Bruno Vettore consiglia di valutare attentamente il know-how, che deve essere unico e originale; il brand regolarmente registrato e che sia attrattivo; i prodotti e/o servizi, che devono essere selezionati, testati e innovativi; la formazione e l’assistenza commerciale, che sia costante e continua e infine il management.

Mettersi in proprio richiede sempre un pizzico di coraggio, anche se ci si affida a una rete in franchising e quindi il rischio è più contenuto. Avere paura è normale, ma bisogna guardare avanti e a chi ha il timore di fallire Vettore suggerisce di analizzare in via preliminare:

  • Le proprie attitudini commerciali. Si tratta di una attività imprenditoriale e nel settore delle vendite, quindi serve avere le capacità necessarie.
  • Le proprie qualità nella gestione del team. Spesso si deve selezionare, gestire e motivare un gruppo di lavoro e conseguentemente occorre possedere doti di leadership.
  • Il capitale necessario ad avviare l’attività. I tempi di avviamento con il franchising sono più brevi, ma potrebbe esserci qualche imprevisto ed il periodo iniziale potrebbe prolungarsi. È fondamentale avere le riserve finanziare per poter superare momenti di difficoltà.
  • La conoscenza del proprio mercato. Studiare ed analizzare preventivamente il mercato locale al fine di verificarne la potenzialità e l’eventuale concorrenza.

Grazie a Bruno Vettore per averci dedicato del tempo e per aver condiviso con i nostri lettori il suo prezioso punto di vista sul franchising. Chi volesse contattarlo può farlo inviando una mail a info@bvinvest.it.

Matteo Bencini

Matteo Bencini

http:////www.franchisingclub.it

Ciao! Mi presento, mi chiamo Matteo Bencini e sono titolare della catena di negozi in franchising DIVINI SAPORI. Dal 2012 faccio franchising e da Gennaio 2019 ho deciso di iniziare a scrivere le mie esperienze ed aiutare le persone come te a scegliere il miglior Brand per la propria attività ed il proprio futuro. Ti aspetto sul forum per conoscerti... A presto!

Articoli che Potrebbero Piacerti

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *