Top
Franchising a costo zero, cosa significa veramente
fade
4379
post-template-default,single,single-post,postid-4379,single-format-standard,theme-flow,eltd-core-1.2.1,woocommerce-no-js,flow-ver-1.6.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Franchising a costo zero, cosa significa veramente

Cosa s'intende per franchising a costo zero

Franchising a costo zero, cosa significa veramente

Quando si parla di franchising a costo zero non s’intende quello che puoi pensare a primo impatto. Avviare un’attività in franchising richiede sempre un investimento monetario, anche se minimo. La formula del franchising a costo zero, quindi, non ti permette di aprire un negozio senza soldi…

Franchising a costo zero: cosa significa

Quando senti parlare di franchising a costo zero significa che il franchisor non ti fa pagare alcuna fee d’ingresso, né royalties (la percentuale sui guadagni), offre arredamenti e attrezzatura in comodato d’uso gratuito e non impone vincoli di acquisto dei suoi prodotti, lasciando al franchisee la libertà di ordinare solo la merce desiderata e l’onere della ricerca del locale e delle opere murarie. Queste, tuttavia, sono indicazioni di massima, non tutti i franchising a costo zero, infatti, offrono le stesse condizioni.

Al di là delle specifiche condizioni offerte dal franchisor, l’affiliazione commerciale a costo zero rappresenta comunque una forma di investimento interessante, soprattutto se non si dispone di somme ingenti. Sul mercato ci sono vari marchi in franchising che propongono questa formula come ad esempio Kiss Caffè.

Franchising a costo zero: Parliamo di Kiss Caffè

franchising costo zero kiss caffè

Kiss Caffè è un franchising dedicato alle cialde e alle capsule da caffè, che a oggi conta circa 100 negozi tra Italia e Spagna. Non sono previste royalties e non ci sono vincoli di acquisto minimo. A fronte di un piccolo investimento, paria 4.900 euro, il franchising a “costo zero” offre la progettazione e l’arredamento del locale, la formazione del personale e la prima fornitura della merce. Per avviare l’attività è sufficiente un locale anche di piccole dimensioni, a patto che si trovi una zona di almeno 30mila abitanti.

Matteo Bencini
Matteo Bencini

Ciao! Mi presento, mi chiamo Matteo Bencini e sono titolare della catena di negozi in franchising DIVINI SAPORI. Dal 2012 faccio franchising e da Gennaio 2019 ho deciso di iniziare a scrivere le mie esperienze ed aiutare le persone come te a scegliere il miglior Brand per la propria attività ed il proprio futuro. Ti aspetto sul forum per conoscerti... A presto!

Nessun Commento

Inserisci un Commento