Top
Come aprire una birreria in franchising - Franchising e Business per investire al meglio nella tua nuova attività
fade
5792
post-template-default,single,single-post,postid-5792,single-format-standard,theme-flow,eltd-core-1.2.1,woocommerce-no-js,flow-ver-1.6.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Come aprire una birreria in franchising

birra

Come aprire una birreria in franchising

Le birrerie, soprattutto quelle che offrono la possibilità di degustare le birre artigianali, stanno riscuotendo un grande successo e non solo tra i consumatori più giovani. Si tratta, infatti, di luoghi informali, economici e spesso aperti fino a tardi. Una birreria quindi, se gestita in modo intelligente, può rivelarsi un ottimo investimento. Senza tralasciare il fatto che il settore della ristorazione continua a godere di ottima salute, anche nel campo del franchising, il che non guasta affatto!

Birreria in franchising, cosa serve

Per aprire una birreria, sia in completa autonomia sia con la formula dell’affiliazione commerciale, è necessario avere alcuni requisiti, quali:

  • Abilitazione SAB (per la somministrazione di alimenti e bevande) o titolo equivalente
  • HACCP per tutti gli addetti

Non è necessario avere già esperienza in questo settore, anche perché è il franchisor a occuparsi della formazione pratica e teorica. È importante però avere passione e conoscenza delle birre artigianali, possedere doti organizzative, buone capacità relazionali e una certa predisposizione a lavorare a contatto con il pubblico.

Prima di aprire la birreria, chiaramente, è essenziale dichiarare l’avvio dell’attività (DIA), ottenere il nulla osta sanitario da parte dell’Asl, aprire la partita IVA, iscriversi al registro delle Imprese, aprire le posizioni Inps e Inail e occuparsi di altre eventuali autorizzazioni (es. Siae, ecc.).

Birreria in franchising, i brand

Tra i brand in franchising più interessanti sul mercato ci sono Over18 e iBirrattieri. Over18 è un beer-bar che si caratterizza per l’offerta di birre artigianali italiane, che si possono acquistare anche da asporto. L’investimento richiesto (di circa 40.000 euro) comprende la fee d’ingresso, la fornitura dei prodotti, l’allestimento su misura e il pacchetto di attrezzature/elettrodomestici e stoviglie.

iBirrattieri non è esattamente un franchising, ma permette di entrare a far parte della sua rete. non sono richieste, infatti, fee d’ingresso e royalties. L’investimento iniziale è di 39.900 euro (+IVA), ma è possibile rateizzare la somma in 5 anni.

Matteo Bencini
Matteo Bencini

Ciao! Mi presento, mi chiamo Matteo Bencini e sono titolare della catena di negozi in franchising DIVINI SAPORI. Dal 2012 faccio franchising e da Gennaio 2019 ho deciso di iniziare a scrivere le mie esperienze ed aiutare le persone come te a scegliere il miglior Brand per la propria attività ed il proprio futuro. Ti aspetto sul forum per conoscerti... A presto!

Nessun Commento

Inserisci un Commento