Come aprire un mercatino dell’usato in franchising

mercatino dell'usato

Negli ultimi anni i mercatini dell’usato sono diventati molto popolari, nonostante la reticenza da parte di molti ad acquistare beni usati. Oggi però i consumatori sono più attenti ai temi del riutilizzo e del riciclo, ma anche al risparmio. Questa nuova sensibilità ha favorito la nascita e la diffusione dei mercatini dell’usato un po’ dovunque.

Mercatino dell’usato in franchising, cosa si può vendere

In un mercatino dell’usato si possono vendere diverse tipologie di merce, quali:

  • Abbigliamento (anche vintage)
  • Libri
  • Accessori
  • Oggetti per la casa
  • Arredamento
  • Giocattoli
  • Bigiotteria e gioielli

Al di là della tipologia di merce, i mercatini dell’usato possono essere anche in conto vendita, formula che elimina i rischi dell’invenduto, poiché la merce non viene acquistata, ma genera un costo solo quando viene venduta. L’iter burocratico da seguire in questo caso è anche più semplice (richiesta partita IVA, comunicazione alla camera di Commercio come agenzia d’affari e comunicazione di inizio attività al comune).

Nel caso si voglia aprire un mercatino dell’usato che effettua una vera e propria compravendita, invece, oltre all’apertura della partita Iva e alla comunicazione di inizio attività, è necessario iscriversi al registro delle imprese e regolare le posizioni Inps e Inail.

Aprire un mercatino dell’usato in franchising è chiaramente molto vantaggioso, perché si entra in una struttura funzionante e calibrata, nella quale si riceve assistenza e formazione continua, che gode già di una buona reputazione. Permette, inoltre, di entrare in un mercato già testato, che aiuta ad evitare i rischi derivanti dall’inesperienza.

Mercatino dell’usato in franchising, marchi

Negli ultimi anni sono nate diverse reti in franchising di mercatini dell’usato, quali:

  • Mercatino: offre assistenza e formazione continua e una fee d’ingresso molto interessante di 5.000 euro.
  • Mercatopoli: è un franchising in conto vendita, quindi permette di non acquistare merce. Il contratto non prevede royalties sul venduto e ha una durata di 3 anni (la minima prevista per legge). Offre assistenza e formazione anche in loco.
  • Secondamanina: è un mercatino in franchising dedicato ai bambini. I costi di affiliazione prevedono una quota di ingresso di 1.500 euro ed un canone annuale a partire dal secondo anno di 800 euro.

Ciao! Mi presento, mi chiamo Matteo Bencini e sono titolare della catena di negozi in franchising DIVINI SAPORI. Dal 2012 faccio franchising e da Gennaio 2019 ho deciso di iniziare a scrivere le mie esperienze ed aiutare le persone come te a scegliere il miglior Brand per la propria attività ed il proprio futuro. Ti aspetto sul forum per conoscerti... A presto!

Inserisci un Commento

You don't have permission to register