Top
Aprire un negozio Bubble Tea in franchising - Franchising e Business per investire al meglio nella tua nuova attività
fade
5104
post-template-default,single,single-post,postid-5104,single-format-standard,theme-flow,eltd-core-1.2.1,woocommerce-no-js,flow-ver-1.6.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Aprire un negozio Bubble Tea in franchising

Aprire un bubble tea in franchising

Aprire un negozio Bubble Tea in franchising

Aprire un negozio in franchising nel settore Bubble Tea può essere una “golosa” opportunità di guadagno. I drink da bere e da mangiare sono un’idea innovativa, almeno nel nostro Paese e rappresentano un prodotto interessante sul quale basare un business di successo. I consumatori, infatti, sono costantemente a caccia di novità!

Bubble Tea, che cos’è

Il bubble tea è un drink che si beve e si mastica. La parte liquida è composta da latte (vaccino o di origine vegetale), unito a o da succhi di frutta, mentre la parte solida è costituita dalle perle di tapioca, che possono essere sostituite da gelatine, caramelle o semi di vario genere. L’idea dei bubble drink è nata a Taiwan (dove viene chiamato “boba drink”), negli anni Ottanta, per poi diffondersi in America. In Europa la moda dei drink da bere e da mangiare è arrivata solo recentemente, ma dovunque riscuote un grandissimo successo. Per gli adulti, infatti, è un prodotto originale e i bambini li adorano perché sono colorati.

Bubble Tea in franchising, perché aprirne uno e cosa serve

La diffusione dei bubble tea in Italia è merito soprattutto delle reti franchising. I vantaggi, soprattutto per chi non ha esperienza nella vendita, sono evidenti. La casa madre, infatti, oltre a formare e ad affiancare l’affiliato in tutte le fasi dell’attività (ricerca del locale, progettazione e allestimento del negozio, fornitura di arredi, attrezzature e software, materie prime, accesso a prezzi di listino vantaggiosi), offre l’uso di un brand già noto, il suo Know-how e campagne di promozione studiate ad hoc.

Per aprire un bubble tea in franchising è sufficiente un locale di piccole dimensioni, situato in una zona di passaggio. L’investimento iniziale minimo è di circa 10mila euro. Uno dei brand che offre la possibilità di affiliarsi è Bobble Bobble, che vanta sul territorio italiano 13 punti vendita.

Matteo Bencini
Matteo Bencini

Ciao! Mi presento, mi chiamo Matteo Bencini e sono titolare della catena di negozi in franchising DIVINI SAPORI. Dal 2012 faccio franchising e da Gennaio 2019 ho deciso di iniziare a scrivere le mie esperienze ed aiutare le persone come te a scegliere il miglior Brand per la propria attività ed il proprio futuro. Ti aspetto sul forum per conoscerti... A presto!

Nessun Commento

Inserisci un Commento