5 Piadinerie in franchising che devi conoscere

le 5 migliori piadinerie in franchising

La ristorazione è da sempre il settore che meno accusa i colpi della crisi economica, anzi, soprattutto lo street food e il cibo a domicilio sono in continua crescita. Ti basti sapere solo che in 5 anni sono nate mille imprese nel segmento del cibo da strada (dati ufficiali del Registro delle imprese tra il 2013 e il 2018), mentre il comparto del cibo a domicilio ha fatturato solo lo scorso anno oltre 250 milioni di euro (rapporto 2018 del FIPE).

La piadina, un piatto tipico della tradizione romagnola, ha indiscutibilmente fascino da vendere: è un alimento semplice, ma facilmente personalizzabile nei ripieni e quindi accontenta un po’ tutti i palati. Aprire una piadineria in franchising è senz’altro una  buona idea. Avviare un’attività facendo leva su un marchio già conosciuto, ricevendo formazione e assistenza in tutte le fasi è un’opportunità da non sottovalutare!

Ecco, la nostra top 5 delle migliori piadinerie in franchising:

  1. Piadineria La Caveja: il brand, di origine romagnola, è nato nel 1997, ma per l’apertura del suo primo punto vendita si è trasferito a Como. Vanta un’esperienza ben consolidata, con un minimo rischio d’impresa e un mercato già testato. La reputazione del brand è una garanzia e l’affiliato viene messo a conoscenza delle strategie dell’azienda grazie al sostegno di un team di esperti, che guida la costruzione del nuovo punto vendita: dall’elaborazione delle fasi lavorative, fino alla loro concreta realizzazione.
  2. Piadineria Giangusto: il brand è nato nel ’97. La fee d’ingresso è molto conveniente (10 mila + iva) e non sono richieste le royalties. I Servizi forniti sono: materiale per comunicazione pubblicitaria, materiale di consumo alimentare e packaging; formazione dei futuri affiliati e/o dipendenti; Indicazioni sulla gestione del personale dipendente; indicazione dei centri assistenza e manutenzione dell’attrezzatura; indicazioni ed assistenza pratiche ASL; indicazioni per adempimenti iter burocratico comunale; indicazioni su norme per la sicurezza dei luoghi di lavoro; indicazioni per corsi e manuale di autocontrollo HACCP.
  3. Piadineria La Piadella: il marchio è nato nel 2017 e propone diverse formule di affiliazione: formula corner (in locali già esistenti) a partire da € 8.000 euro + IVA; formula street c.a. 25 mq (modulo piadineria e modulo bevande) a partire da € 25.000 + IVA); formula standard c.a. 50 mq (modulo piadineria, modulo bevande, modulo centrifugati, modulo Smoothies) a partire da € 48.000 + IVA; formula bistrot c.a. 80 mq (modulo piadineria, modulo bevande, modulo centrifugati, modulo Smoothies, modulo coffe and bakery) a partire da € 65.000 + IVA.
  4. Piadineria La Piada di una volta: il marchio è stato fondato nel 2017. All’affiliato sono richiesti: location in punti di forte passaggio, di 30-35 mq e un investimento di € 25.000. Il franchising offre: arredamenti, attrezzature e suppellettili; allestimento in 30-60 giorni lavorativi; vari tipi di piadine (farro, kamut, ecc.); lancio dell’attività a mezzo sito web, pagina Facebook e giornali locali.
  5. La Piadineria: il brand è stato fondato nel 1994 e offre oltre 30 tipologie di piadine. Per aprire un punto vendita la dimensione minima richiesta è di 80-90 mq e deve avere anche una canna fumaria o la possibilità di installarla. Inoltre, servono fino a € 300.000 di capitale proprio.

Ciao! Mi presento, mi chiamo Matteo Bencini e sono titolare della catena di negozi in franchising DIVINI SAPORI. Dal 2012 faccio franchising e da Gennaio 2019 ho deciso di iniziare a scrivere le mie esperienze ed aiutare le persone come te a scegliere il miglior Brand per la propria attività ed il proprio futuro. Ti aspetto sul forum per conoscerti... A presto!

Inserisci un Commento

You don't have permission to register